RISPOSTE A DOMANDE COMUNI

 
 

In questa sezione ci sono le risposte ad alcune delle domande che più frequentemente ci vengono poste.

Altre domande? Contattaci »

 

Al primo colloquio è richiesta la presenza di mio figlio/a?

Certamente! Il primo colloquio è l'inizio di un percorso che coinvolge sia il ragazzo sia la famiglia. Nessuno escluso.

Siamo separati, devo avvertire il mio ex marito che mi sono rivolta ad uno psicologo?

Genitori lo si è per tutta la vita anche se il matrimonio finisce. L'altro genitore  deve essere informato  non solo che si sta per incontrare uno psicologo ma che durante gli incontri potrebbe essere richiesta la sua presenza.

Si usano farmaci ?

No.  Il mio lavoro non prevede la somministrazione di farmaci.

Conosco alcuni genitori che danno ai lodo figli dei farmaci..

Diversi pazienti che si sono rivolti a me prendevano alcuni farmaci ed in questo caso il mio intervento era parallelo a quello del neuropsichiatra infantile con la finalità di supportare il paziente fino alla completa risoluzione del problema. 

Ho trovato delle foto imbarazzanti sul cellulare di mia figlia.Che cosa devo fare?

Parlarne con lei. Chiederle il perché di quelle foto e di come le ha avute. Potrebbe essere necessario parlarne con l'insegnante o con un esperto. Nell'ultimo caso posso esserti d'aiuto. Non esitare a contattarmi.

Mio figlio/asi rifiuta di venire, trova inutile parlarne con una persona estranea. Cosa devo fare?

Se non vuole venire non devi costringerlo. In nessun modo si deve ingannare o mentire ma informarlo che ti stai rivolgendo ad uno psicologo perché la situazione coinvolge tutta la famiglia e che aiuto non solo tuo figlio ma anche e sopratutto per te stessa.

Che cosa è questa "tecnica" che usa?

Sono partito della "teoria dell'attaccamento". In breve, il bambino fin dai primi giorni di vita "si attacca" ad una figura di riferimento(generalmente la madre) che si occupa di lui. Il modo in cui questa figura si prende cura di lui è cruciale per il resto della vita.  La mia tecnica consiste nel riprogrammare alcune modalità acquisite in modo errato che hanno generano questo tipo di problemi. 

Il bullismo è una cosa da maschi? 

Purtroppo il fenomeno del bullismo colpisce sia I maschi che le femmine con modalità differenti. Per approfondire ti invito a leggere il mio ebook.

A scuola non fanno nulla per mio figlio. Che cosa devo fare?

Molte scuole si sono avvalere della mia consulenza per offrire programmi specifici per  prevenire e contrastare il bullismo.  Se nella scuola dei tuoi figli non sono previste attività di nessun genere mettimi in contatto con loro. La scuola e le insegnanti sono alleati fondamentali. Non lasciamoli fuori.

da dove inizio?

Inizia da qui.